Fattura con split payment

Come registrare una fattura con split payment

Suggerimento

Se presente il pacchetto Erpy Fatt tutti i passaggi seguenti verranno effettuati automaticamente dal sistema. Questa documentazione si rivolge esclusivamente a chi utilizza solo il pacchetto Erpy Coge

A partitre dal 2021, oltre che per i rapporti economici con la Pubblica Amministrazione, altri soggetti saranno tenuti all’applicazione del meccanismo della scissione dei pagamenti - split payment.

Sul sito del ministero dell’economia e delle finanze sono stati pubblicati gli elenchi (https://www1.finanze.gov.it/finanze3/split_payment/public/?privacy=ok#/archivio2021):

  • società controllate di fatto dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri e dai Ministeri
  • enti o società controllate dalle Amministrazioni Centrali
  • enti o società controllate dalle Amministrazioni Locali
  • enti o società controllate dagli Enti Nazionali di Previdenza e Assistenza
  • enti, fondazioni o società partecipate per una percentuale complessiva del capitale non inferiore al 70%, dalle Amministrazioni Pubbliche
  • società quotate inserite nell’indice FTSE MIB della Borsa italiana

Secondo il classico meccanismo della scissione dei pagamenti l’impresa privata incassa l’importo della fattura al netto dell’IVA, che verrà versata dall’ente di P.A. Ne consegue che in sede di registrazione della fattura, l’imposta sul valore aggiunto viene annotata nel registro Iva vendite, ma non calcolata nella liquidazione periodica .

Erpy genera in automatico un giroconto al salvattaggio dell’operazione di inserimento della fattura a cliente in modo da lasciare aperta la fattura per il solo imponibile se il sistema è stato correttamente configurato; vale a dire:

  • è stato inserito nella tabella Classi Iva un nuovo elemento chiamato ad esempio SP
  • è stata inserita nel cliente questa classe Iva speciale.
../../_images/coge_ivasplit.png
../../_images/coge_ivasplitcliente.png

A questo punto, se si vuole che l’iva split non transiti per il conto Iva normale è necessario anche avere un conto Iva split e inserirlo nelle preferenze

../../_images/coge_ivasplitconto.png
../../_images/coge_ivasplitpreferenze.png

Le particolarità della fattura emessa con split payment

Per quanto riguarda l’operazione di registrazione fattura, non ci sono differenze rispetto ad una normale fattura a cliente e infatti non è necessario definire un modello dedicato alle fatture a cui si applica lo split payment, si osserva solo la specifica della classe iva utilizzata nel riquadro Righe iva in basso a sinistra, che fa sì che vengano effettuate le procedure automatizzate al salvataggio del documento.

Vediamo nell’esempio la fattura al Comune:

../../_images/04_fat_splitpayment.png

Al salvataggio del documento l’applicativo genera in automatico il giroconto dell’IVA

../../_images/03_fat_splitpaymentgc.png

I movimenti contabili generati

Nella scheda Movimenti per tutte le scritture vengono generate le relative registrazioni contabili che possono essere consultate singolarmente o tutte insieme:

  • Fattura
../../_images/02_fat_splitpaymentmovfat.png
  • Giroconto Iva Split Payment
../../_images/01_fat_splitpaymentgcmov.png
  • Tutte
../../_images/05_fat_splitpaymentmovtutti.png

L’incasso della fattura

Non ci sono differenze rispetto ad un normale incasso da cliente , salvo che l’importo da versare è pari all’imponibile.

../../_images/00_fat_splitpaymentincasso.png