Fattura con reverse charge

Come si registra una fattura fornitore con reverse charge

Suggerimento

In caso di fornitori italiani che applicano il reverse charge (ad es. imprese di pulizia, manutenzione, ecc), se presente il pacchetto Erpy Ftel tutti i passaggi seguenti verranno effettuati automaticamente dal sistema. Questa documentazione si rivolge esclusivamente a chi utilizza solo il pacchetto Erpy Coge e per la registrazione delle fatture estere.

Le modalità con cui il sistema registra il reverse charge sono due:
  • autofattura : viene registrato il documento fornitore senza IVA e poi vengono generate in automatico una autofattura nel registro acquisti (intestata a Fornitore autofatture generato dal sistema), ed una in quello delle vendite (ad un cliente con lo stesso nome del fornitore preceduto da R.C. e generato in automatico se non presente), che si pareggiano automaticamente.
  • integrazione : l’iva viene esposta sulla fattura del fornitore e viene generata una autofattura nel registro vendite (ad un cliente con lo stesso nome del fornitore preceduto da R.C. e generato in automatico se non presente), che si pareggia automaticamente.

Per ottenere automaticamente le registrazioni di fatture fornitori in reverse charge con autofattura o con integrazione iva è necessario predisporre il sistema con i seguenti dati:

Tabella Tipo Reverse Charge

Definire nella tabella Tipi reverse charge le tipologie di reverse charge e per ciascuno indicare:

  • codice : codice abbreviato mnemonico
  • descrizione : descrizione più dettagliata
  • modalità : se si tratta di autofattura o integrazione
../../../_images/00_tipo_reverse_charge.png

Tabella Classi iva

Inserire per ogni tipologia di reverse charge un elemento nella tabella classi iva e per ciascuno indicare:

  • codice : codice abbreviato mnemonico
  • descrizione : descrizione breve
  • descrizione estesa : descrizione più dettagliata
  • modalità iva : se si tratta di autofattura o integrazione
  • Rev.Charge : il tipo reverse charge filtrato sulla modalità iva
  • Regime : selezionare l’operazione fuori campo iva
  • Natura : selezionare il codice natura N6 - Inversione contabile (reverse charge)
../../../_images/01_classi_iva_reverse.png

Fornitore

Nel fornitore è necessario inserire come classe iva speciale quella relativa al reverse charge.

../../../_images/coge_rcint.png

Tabella Tipi fornitura

Infine è necessario definire i tipi fornitura che devono essere trattati con il reverse charge indicando nello specifico la tipologia di Rev. charge e come classe iva sempre il regime ordinario.

../../../_images/schermata-2020-04-06-alle-152613.png

Solo in caso di Reverse charge integrazione la fattura può contenere sia forniture soggette a reverse charge sia forniture soggette a Iva normale come ad esempio le fatture dalle Imprese di manutenzione o di pulizia.

In questo caso è possibile usare un unico tipo fornitura basta che abbia indicato il tipo di reverse charge e se si vuole registrare una fornitura non soggetta a reverse charge bisogna svuotare il campo della colonna Reverse charge R.C.

../../../_images/06_coge_rcintscrittura.png

Oppure si possono inserire due tipi fornitura uno con e uno senza l’indicazione del Rev. charge:

  • Servizi di pulizia (RC) che avrà come Rev. charge un tipo di Reverse charge integrazione
  • Servizi di pulizia
../../../_images/coge_tipirc.png

Una volta impostati correttamente i dati basta registrare una normale fattura da fornitore .