Modello di Distinta

Il Modello distinta va definito per una tipologia di prodotto ed è l’insieme delle attività produttive e dei cicli che sono comuni agli articoli appartenenti a quella tipologia di prodotto.

Quando per un articolo viene creata la distinta base a partire dal modello distinta corrispondente, essa contiene già tutte le attività e i cicli definiti dal modello, che possono essere ancora modificati, aggiunti o rimossi per adattarsi al processo produttivo descritto dalla specifica distinta.

Vediamo ora come procedere per creare un modello di distinta.

Come creare un modello di distinta

Nella pagina modelli distinta è possibile visualizzare tutti i modelli distinta disponibili, suddivisi per unità produttiva, ed aggiungerne di nuovi, tramite l’apposito bottone:

../_images/modello-distinta-aggiungi.png

Vanno inseriti i seguenti dati fondamentali:

  • unità produttiva per cui si sta creando il modello di distinta
  • descrizione del modello
  • tempo attraversamento, ovvero il tempo approssimativamente richiesto per il completamento della produzione
  • note eventuali riferite al modello
../_images/modello-distinta-dati.png

Dopo aver salvato questa prima bozza è necessario assegnare al modello il tipo prodotto a cui il modello andrà applicato, trascinandolo dalla tabella gerarchica corrispondente.

../_images/modello-distinta-selezione-tipo-prodotto.png

Successivamnte vanno scelti i cicli tra quelli disponibili nella tabella cicli trascinandoli uno alla volta dalla tabella gerarchica.

../_images/modello-distinta-assegnazione-cicli.png

I cicli vanno inseriti in modo che rispettino il corretto ordine di esecuzione in fase di produzione (l’ordinamento si può comunque modificare spostando le righe dove si desidera) inoltre per ciascun ciclo va specificato:

  • il centro di lavoro in cui viene eseguito,
  • lo shitf giorni ovvero il tempo in giorni dall’inizio della produzione all’inizio di esecuzione del ciclo
  • la durata del ciclo espressa in ore

Ad un nuovo salvataggio della bozza i cicli vengono numerati e compare sopra alla finestra delle attività una barra di selezione che contiene tutti i clicli appena salvati e che ci permetterà raggruppare e visualizzare le attività produttive in base al ciclo cui appartengono.

../_images/modello-distinta-cicli-completi.png

Le attività del modello vanno selezionate dalla tabella attività, ancora una volta trascinandole una ad una dalla tabella nella finestra corrispondente. L’ordine in cui le attività vengono elencate deve rispettare l’ordine del loro svolgimento in produzione.

../_images/modello-distinta-inserimento-attivita.png

Per ciascuna attività vanno specificati:

  • il ciclo produttivo cui l’attività appartiene
  • i tipo addetto che eseguirà l’attività

aprendo la scheda dell’attività e compilando gli appositi campi.

../_images/attivita-assegnazione-tipo-addetto.png

Si noti che l’assegnazione delle attività ai cicli può essere anche effettuata trascinando l’attività sulla barra e lasciandola in corrispondenza del ciclo scelto.

../_images/assegnazione-cicli-trascinamento.png

Il modello di distinta è ora completo per essere salvato ed utilizzato per creare distinte base.

Come duplicare un modello di distinta

Se vi sono più unità produttive che producono lo stesso tipo prodotto conviene realizzare subito un modello distinta per ciascuna unità produttiva, in modo da averli a disposizione quando si andranno a creare le distinte dei corrispettivi articoli. Con ogni probabilità i modelli distinta si somiglieranno molto, tuttavia ci sarà qualche differenza nei cicli e nelle attività, in ragione di una differente organizzazione dello stabilimento produttivo.

Tramite il bottone Duplica il modello creato per una unità produttiva può essere duplicato e assegnato all’altra unità, avendo cura di apportare tutte le modifiche necessarie.

../_images/duplica-modello-distinta.png

In particolare si deve verificare che i cicli contengano i corretti centri di lavoro e le corrette tempistiche, affinchè risultino corretti gli ordini produzione generati a partire dalle distinte che utilizzano questo modello.

../_images/modifiche-modello-duplicato.png

Modificare un modello distinta

È possibile che un modello distinta creato e già utilizzato per creare delle distinte base, debba essere modificato. In tal caso è possibile effettuare la modifica e riapplicare il modello così modificato alle distinte ad esso collegate. Per facilitare questa operazione è possibile visualizzare, nella scheda di un modello distinta, all’interno del tab distinte collegate, tutte le distinte base che sono state generate a partire da quel modello.

../_images/esempio-modifica-modello.png

Nell’esempio seguente, l’unità produttiva di Milano si accorge di aver stimato in eccesso il tempo di attraversamento, e lo vuole ridurre da 20 a 10 gg.

../_images/distinte-collegate.png

Una volta sbloccato il lucchetto e apportata la correzione al modello distinta si deve entrare nel tab distinte collegate, selezionare le distinte a cui si vuole applicare la correzione del modello (oppure non seleazionare nulla se la si vuole applicare a tutte) ed utilizzare il bottone aggiorna da modello.

../_images/aggiorna-da-modello.png