Lavorazioni di terzisti

Erpy Prod prevede la possibilità che oltre alla produzione diretta possano essere presenti anche lavorazioni da parte di terzi: la materia prima viene quindi affidata al terzista, che condurrà una serie di attività per trasformarla in un semilavorato o in un prodotto finito.

Come aggiungere un terzista

Per ogni unità produttiva è possibile aggiungere uno o più terzisti, ovvero fornitori che eseguono una o più lavorazioni in conto terzi. Dal tab Terzisti dell’unità produttiva è quindi possibile richiamare l” Anagrafica del terzista o inserirne una nuova.

_images/prod-terzisti-parametri.png

Una volta richiamata l’anagrafica del Fornitore è possibile modificarne la Denominazione e attribuirgli un Codice (entrambi utilizzati esclusivamente nell’ambito della Produzione), e infine assegnargli un Deposito .

Verrà creato un Centro di lavoro di default con le medesime caratteristiche dei Centri di lavoro, che sarà possibile quindi completare con altri livelli di centri di lavoro, postazioni, ecc, a seconda del livello di controllo che si desidera avere sull’attività del terzista.

_images/prod-ciclo-terzisti-centro-lavoro.png

Per ogni Articolo , dal tab Lavorazioni esterne, sarà poi possibile indicare una condizione di lavorazione esterna, costituita da una serie di righe che verranno per l’appunto gestite dal terzista.

_images/prod-terzisti-parametri.png

Una volta individuati quindi, oltre all”Articolo da produrre, una Distinta base di partenza e una Data di inizio, sarà possibile assegnare la condizione al Fornitore (il terzista) prescelto. Per ogni riga della distinta dell’articolo si indicherà quindi quale «riga» (materia prima, semilavorato o articolo virtuale) verrà fornita dal terzista (CT).

_images/prod-condizioni-lavorazioni-esterne-nuova.png

Infine, sarà possibile indicare anche un Costo unitario che verrà utilizzato per il calcolo del costo di produzione dell’articolo.

Il tab ci mostrerà poi quali condizioni sono presenti. In caso in cui siano presenti più condizioni (per via della presenza di più fornitori, o per l’applicazioni di condizioni contrattuali differenti con lo stesso fornitore), in corrispondenza della colonna Pr. a sinistra è possibile scegliere qual è la condizione in vigore attualmente e impostarla come default per le nuove messe in produzione.

_images/prod-condizioni-lavorazioni-esterne.png